• BALLOTTAGGI

    Lega e 5 Stelle avversari, ma non sarà uno scontro

    Attesa per l’esito dei ballottaggi di domani, che chiuderanno un semestre di appuntamenti elettorali. Lega e 5 Stelle si presentano divisi. Difficilmente però, l’esito delle urne avrà effetti sulla tenuta dell’esecutivo. Sono talmente in crisi i partiti di opposizione, che anche un eventuale calo pentastellato non inciderebbe sui rapporti di forza tra i due alleati di governo.

    • IL PROSSIMO VERTICE DI BRUXELLES

    Gli immigrati dove li mettiamo? L'Ue si interroga

    Domenica 24 giugno si svolgerà a Bruxelles un vertice informale preliminare a quello del Consiglio Ue del 28 e 29 giugno in cui si parlerà della revisione del Regolamento di Dublino. Il problema più difficile da risolvere è la gestione degli immigrati illegali che sono già arrivati in Europa e quelli che ancora arriveranno. La riallocazione riguarda solo i richiedenti asilo. Ma tutti gli immigrati chiedono asilo, entrando illegalmente.

    • IL CASO ROMA

    Sistema Parnasi, tra opacità e giustizia a orologeria

    Parlare di giustizia a orologeria è fin troppo facile a proposito dell’inchiesta sullo stadio di Roma e su quello che è già stato ribattezzato “sistema Parnasi” da cui emerge l’opacità nei meccanismi di rappresentanza degli interessi, con lobbies che operano nel torbido e agiscono indisturbate, stante il vuoto normativo in materia.

    • IMMIGRAZIONE

    La chiusura dei porti italiani fa bene alla Libia

    La reazione più importante e la meno pubblicizzata dai media alla “svolta” del governo italiano sull’immigrazione illegale viene dalla Libia dove le autorità militari marittime assegnano a Matteo Salvini l’endorsement più importante.

    • IL RITRATTO

    La metamorfosi di Delrio: dal saio dossettiano all'eskimo

    Il ditino puntato e saccente contro il premier e le accuse continue di fascismo al governo. L'ex ministro Delrio abbandona lo stile da monaco dossettiano che lo ha contraddistinto per vestire i panni dell'agit prop comunista. Il nuovo governo spiazza quel mondo cattocomunista di cui Delrio fa parte e che ora perde il suo potere. 

    • ELEZIONI

    Pd e Berlusconi meditano sulle loro macerie

    Amministrative. La Lega resta nel centrodestra, ormai unica forza trainante. Mentre Forza Italia è in crisi nera. Il Pd perde quasi ovunque, tranne che a Brescia. Flessione del Movimento 5 Stelle. A Forza Italia e Pd, comunque, conviene restare all'opposizione più che sperare in una ormai improbabile caduta di questo esecutivo.

    • ELEZIONI

    Comunali, la Lega traina il Centrodestra

    Nelle amministrative che si sono tenute in 761 comuni, cresce la Lega. Il consolidamento degli orientamenti emersi dalle urne del 4 marzo è la riprova che il quadro politico si sta stabilizzando anche a livello locale. Anche l'astensione resta molto alta: solo il 61% è andato a votare.

    • IMMIGRAZIONE

    La "rivoluzione copernicana" del sistema di asilo politico

    Fallito il primo round negoziale per la riforma del Trattato di Dublino, sull'accoglienza dei richiedenti asilo, sarà l'Austria a guidare il prossimo, a luglio. Vienna ha anticipato che proporrà una "rivoluzione copernicana" del sistema di asilo. E formerà probabilmente un inedito asse con il Belgio e con l'Italia.

    • AMMINISTRATIVE

    Elezioni comunali, il governo alla prova del voto locale

    Domani, dalle 7 alle 23, si voterà in 761 comuni, di cui 109 con più di 15.000 abitanti. Cosa guardare di questo voto locale, dall'importanza nazionale? L'affluenza degli elettori, le percentuali di Lega e Movimento 5 Stelle (che si presenteranno separati) e la tenuta di Forza Italia e Pd. Soprattutto il Pd teme di perdere le sue roccaforti.

    • LA LETTERA

    Le famiglie gay non esistono, lo dice la legge

    È strumentale la polemica contro il ministro Fontana, e soprattutto cerca di far passare nella mentalità comune ciò che nella legge non esiste: il matrimonio e la famiglia gay. È lo stesso caso dell'aborto: la legge italiana non parla di diritto.

    • IL DIBATTITO

    Famiglie arcobaleno, Salvini faccia rispettare la legge

    Se il patto fra 5 Stelle e Lega prevede una moratoria sui cosiddetti principi non negoziabili allora sia rispettata da tutte le parti e Matteo Salvini, Ministro degli Interni, faccia rispettare Costituzione e Leggi in vigore non avallando comportamenti che in Italia sono reato.

    • GOVERNO

    Il discorso più lungo: il premier Conte ottiene la fiducia

    Con uno dei discorsi più lunghi della storia della Repubblica, il nuovo premier Giuseppe Conte ha ottenuto la fiducia al Senato e oggi la otterrà dalla Camera. Molti gli applausi e le standing ovation dai banchi della nuova maggioranza giallo-verde. E Monti: se non ci fossi stato io oggi sarebbe al governo la Troika.