• TRAPPIST-1

    C'è vita nell'universo? Troppo presto per dirlo

    Trappist-1, una stella nana rossa a quasi 40 anni luce dalla Terra, ospita un sistema solare di 7 pianeti, simile al nostro. La scoperta astronomica ha generato una grande euforia nei media. La distanza e le caratteristiche del sistema fanno infatti pensare a pianeti "abitabili". Che però non vuol dire "abitati", ipotesi ancora lontanissima.

    • EVOLUZIONISMO

    Il "progenitore dell'uomo" che non è nostro parente

    Un’équipe di cinque specialisti, quatto cinesi e uno inglese, ha compiuto una scoperta clamorosa. Nelle rocce sedimentarie della provincia di Shaanxi, nella Cina centrale, hanno rivenuto una quarantina di fossili di un esserino di un millimetro, il Saccorhytus coronarius. Dicono che sia il nostro primo antenato. Ma è una forzatura logica dei darwinisti.

    • ANIMALISMO

    Attenti al lupo. E soprattutto alle sue lobby

    Cedendo alle pressioni degli animalisti, lo scorso giovedì 2 febbraio la Conferenza Stato Regioni ha rinviato la discussione della proposta di una pur limitatissima riapertura della caccia al lupo. La proposta era stata presentata dal ministero dell’Ambiente, giustamente sensibile alle difficoltà sofferta dalla pastorizia.

    • UN DIBATTITO AFFASCINANTE

    La scienza conferma: la vita non è nata dai meteoriti

    Come sulla Terra sia esplosa diffusa la vita in tutta la sua varietà nessuno scienziato sa dirlo. Le ipotesi vengono formulate per essere smentite dalla ricerca. Come quella della tempesta di meteoriti, che però è stata recentente confutata da un'ulteriore scoperta scientifica. 

    • CAPIRE LE CATASTROFI

    L'uomo, il Creato: disegno tremendo e meraviglioso

    D'accordo i soccorsi per salvare le vite. Ma l’essere umano ha bisogno di altro per ricominciare a vivere, a sperare, a ricostruire. Perché il Creato non è stato fatto così, ma è stato ferito dal peccato originale. Per questo non serve disperarsi, ma per evitare che questo mistero si trasformi in assurdo bisogna fare come i discepoli sulla barca in tempesta. Perché Dio tollera molte cose, nella natura e nell’umanità, ma a un certo punto dice basta.

    • SCIENZA E VITA

    Il batterio alieno: bufala e presagio inquietante

    Creato in laboratorio un batterio a sei base azotate nel Dna, a differenza dei viventi che ne hanno 4. Gli scienziati parlano di vita aliena. Ma è una bufala: in realtà si tratta di un organismo geneticamente modificato che non può vivere fuori dal laboratorio. Però è inquietante pensare a un batterio innaturale usato per cancellare la vita naturale.

    • METEO

    Il clima, se lo conosci non ti uccide

    Freddo e pochissima pioggia al Nord, abbondanti precipitazioni anche nevose al centro-sud. Segno del Global Warming o clima impazzito, come ripetono i giornali? Niente affatto, anomalie termiche e pluviometriche ci sono sempre state. Ciò che è determinante è la previdenza e la capacità delle comunità locali di auto-attivarsi.

    • IL GEOLOGO

    Rigopiano, "è inutile la caccia al colpevole"

    Nella tragedia dell’hotel Rigopiano, travolto da una valanga, continua ad aumentare il bilancio delle vittime: 17 i corpi ritrovati. E si intensifica la caccia al colpevole: l'hotel era costruito in un luogo sicuro? Sì, secondo il geologo Uberto Crescenti. La tragedia è causata da una circostanza veramente rara.

    • L'ANALISI

    Quante falsità scientifiche nel convegno in Vaticano

    Origine "assassina" della specie umana, attacco ad agricoltura e pastorizia, l'anidiride carbonica come elemento negativo, e più in generale l'uomo visto solo come distruttore della natura. È l'approccio discutibile della Conferenza che si terrà in Vaticano su "Come salvare la natura". Perché i dati scientifici e le serie storiche dimostrano ben altro.

    • IL CASO

    Bufale e menzogne dei nipotini di Malthus

    Tutte le previsioni catastrofiche di Malthus e di quanti in questi due secoli lo hanno seguito sono state sistematicamente smentite dalla realtà, perché alla base c'è una errata concezione dell'uomo e del suo rapporto con il mondo. Eppure il catastrofismo oggi entra in Vaticano.

    • IL CONVEGNO DISCUSSO

    Debito, povertà e consumismo: cosa ci porta in dono il super ospite vaticano

    Il trappolone che si prepara in Vaticano con l'ospitata di Ehrlich e le sue “intuizioni” dannosissime che va propagandando da cinquant’anni. Non c’è crescita sostenibile se la popolazione non cresce. Infatti i danni di invecchiamento, debito, consumismo, squilibrio e impoverimento derivano proprio dalle tesi malthusiane di Ehrlich & co. Potrebbe essere riconosciuto corresponsabile del crollo di nascite e crescita economica.

    • SVILUPPO

    Sostenibilità? Meglio una corsa all'oro nello spazio

    Paul R. Ehrlich, nel non lontano 1980, scommise con l’economista Julian Simon che le risorse naturali usate dall’uomo sarebbero diventate sempre più rare. Perse la scommessa. E nessuno dei due sapeva che, all'inizio del XXI Secolo si sarebbe dischiusa un'altra possibilità per l'uomo: quella di estrarre ricche risorse minerarie sugli asteroidi. Non è più solo fantascienza, come spiega l'astrofisico Giovanni Bignami.

Tweets