• SCHEGGE DI VANGELO

Il silenzio è necessario

Si ritirava in luoghi deserti a pregare  (Lc 5, 16)

Un giorno, mentre Gesù si trovava in una città, ecco, un uomo coperto di lebbra lo vide e gli si gettò dinanzi, pregandolo: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi». Gesù tese la mano e lo toccò dicendo: «Lo voglio, sii purificato!». E immediatamente la lebbra scomparve da lui. Gli ordinò di non dirlo a nessuno: «Va’ invece a mostrarti al sacerdote e fa’ l’offerta per la tua purificazione, come Mosè ha prescritto, a testimonianza per loro». Di lui si parlava sempre di più, e folle numerose venivano per ascoltarlo e farsi guarire dalle loro malattie. Ma egli si ritirava in luoghi deserti a pregare.  (Lc 5, 12-16)

Nonostante avesse una grande missione da compiere (salvare il mondo) e avesse poco tempo per farlo (appena tre anni di predicazione pubblica), Gesù trovava il tempo di pregare. Quanto siamo da compatire, quando non preghiamo con la scusa che abbiamo tante cose da fare! Interessante è anche notare quanto Gesù ritenga fondamentale il silenzio per la preghiera. Per pregare, infatti, si ritirava in luoghi appartati e preferibilmente di notte. Quale preziosa indicazione per noi che invece non facciamo mai silenzio nella nostra vita, a volte nemmeno durante la preghiera.