• A IVREA

    Fare presepi per beneficenza diventa "sconveniente"

    L’associazione AIEA ha proposto un evento per raccogliere fondi a favore di un centro per l'infanzia in Namibia: un concorso di presepi. Ma le scuole lo rifiutano, perché può "urtare la sensibilità" dei non cristiani. E pochi giorni prima il Pd aveva obiettato a un ordine del giorno in difesa di Asia Bibi e dei cristiani perseguitati. 

    • INTERVISTA/CESANA

    «Con Formigoni la Lombardia ha avuto un grande sviluppo»

    «I giudici stanno tartassando l'ex governatore, ma nei suoi 18 anni alla guida della Regione Formigoni ha fatto diventare la Lombardia un modello di sussidiarietà con riultati invidiabili nella sanità, nell'educazione, nell'assistenza». Parla Giancarlo Cesana, tra gli organizzatori dell'incontro che stasera presenta il modello Lombardia.

    • CRISI IN VISTA

    Il governo Conte riaccende la "questione settentrionale"

    Dopo 14 trimestri con il segno più, il Prodotto interno lordo (Pil), nel terzo trimestre 2018, ha fatto registrare un -0,1%. A subire il colpo sono soprattutto gli imprenditori del Nord Italia. Che adesso iniziano a scalpitare e non fanno sconti al governo, neppure alla Lega, che tradizionalmente li rappresenta. Una nuova "questione settentrionale"?

    • SCANDALO 5 STELLE

    Di Maio: chi di moralismo ferisce, il moralismo lo subisce

    Lo scandalo provocato dai piccoli illeciti del padre di Di Maio, non è neppure paragonabile allo scandalo provocato dai padri di Renzi e della Boschi. Si tratta infatti di errori del passato che non hanno influito sulle scelte del governo. Più che altro, a ingigantire il tutto, è la pretesa dei 5 Stelle di essere diversi e più morali della "casta"

    • IMMIGRAZIONE

    L'Italia non firma il Patto Globale. Meglio così

    L’Italia non partecipa alla conferenza che si terrà il 10-11 dicembre a Marrakech, convocata per discutere e sottoscrivere il "Patto globale per una emigrazione sicura, disciplinata e regolare". Il premier Conte rinvia la discussione al Parlamento. Un'occasione per studiare meglio un documento nato con le peggiori premesse.

    • MAGGIORANZE MUTEVOLI

    Come la Lega prosciuga i consensi dei 5 Stelle

    La campagna elettorale non è mai finita, dopo le elezioni del 4 marzo. Le europee si avvicinano e ognuno dei due partiti di governo cerca di portare a casa più consensi possibili. In questa fase di governo vince la Lega, che, stando ai sondaggi, diventa partito di maggioranza nazionale. Delude il M5S che risulta in calo ovunque.

    • ESPATRIATI

    Italiani in fuga dal Venezuela, vittime della burocrazia

    Gli italiani emigrati in Venezuela in ben altri periodi storici, adesso affrontano fame, crisi e repressione come tutti gli altri. E tentano di tornare in Italia. Ma l'impresa, come denunciano i rappresentanti degli italiani all'estero, si presenta molto più difficile del previsto, a causa delle burocrazia italiana che rende impossibili anche le cose facili.

    • OPERAZIONE SOPHIA

    L'Ue ferma l'immigrazione clandestina. Falso

    La Mogherini, chiedendo il rinnovo dell'Operazione Sophia, targata Ue, dice che è servita a combattere la tratta del Mediterraneo. Ma senza la politica di limitazione delle attività delle Ong, gli accordi con la Libia, i porti chiusi, con Minniti e Salvini, non ci sarebbe stata alcuna riduzione degli sbarchi. L'Operazione Sophia non serve.

    • LO SCENARIO DELLA CRISI

    Il governo cerca un'uscita, ma c'è un piano B

    Se il governo cadesse potrebbero esserci molti colpi di scena. Il primo effetto è la spaccatura dentro i 5 Stelle. La pattuglia di grillini, costituita da parlamentari alla seconda legislatura e quindi non più candidabili al prossimo giro, starebbe già cercando di riposizionarsi, magari costituendo un gruppo di “responsabili” in grado di appoggiare qualunque governo in questa legislatura.

    • LE DUE ITALIE

    Nord e Sud, un divario che il governo ormai ignora

    La crisi finanziaria allarga ancora il divario fra Nord e Sud, che è sempre esistito. Lo constatano gli imprenditori di Assolombarda che chiedono, pragmaticamente, politiche differenziate per non affossare anche il Nord. Ma il governo procede nella direzione opposta. Considerando che anche la Lega ha mollato il Nord (anche nel nome).

    • FRATELLI D'ITALIA STAMPELLA

    Il governo del cambiamento è già del trasformismo

    I rumors che vorrebbero FdI in marcia di avvicinamento verso l’esecutivo, anche per garantire al Senato, i voti necessari per assicurare al governo Conte una navigazione tranquilla. Il governo del cambiamento sta diventando il governo del trasformismo, con maggioranze variabili che finiscono per rafforzare Salvini.

    • POTERE FORTE

    Mattarella, presidenzialismo non dichiarato

    Prima con le estenuanti trattative per trovare una maggioranza di governo, poi con gli interventi continui per rasserenare i mercati e l'Ue, la difesa della libertà di stampa dagli attacchi dei grillini, il contraltare alle promesse elettorali più irrealistiche... Mattarella sta diventando un presidente con potere decisionale, come mai in passato.