• CASO LAMBERT / L’INTERVISTA

    Vincent, appello al Papa: «Non permetta che faccia la fine di mia madre»

    «Penso che la madre di Vincent vorrebbe che Papa Francesco desse un nuovo messaggio per suo figlio. Una volta l’ha già fatto ma adesso il tempo stringe», dice alla Nuova BQ Marie-Christine Jeannenot, missionaria francese e amica di Viviane Lambert. «Una voce autorevole come quella del Santo Padre aiuterebbe a fare luce su una norma secondo cui idratazione e nutrizione sono trattamenti che al paziente possono essere tolti. E che invece sono un diritto di base per ognuno di noi!», spiega la religiosa, che racconta la grande fede di Viviane. E confida che con la legge Claeys-Leonetti «hanno tolto la vita anche a mia madre», senza che lei potesse fare nulla per impedirlo.

    • Il Papa ha ricevuto in udienza i partecipanti alla Conferenza generale della Fao

    Il Papa ha ricevuto in udienza i partecipanti alla Conferenza generale della Fao

    Le cause della fame? Mancanza di compassione, disinteresse, scarsa volontà sociale e politica di rispondere agli obblighi internazionali da parte dei paesi donatori

    • IL RETROSCENA

    Sinodo Amazzonia, il problema sta nella Laudato Si'

    Per capire come sia potuto uscire fuori un documento sconcertante come il documento preparatorio per il Sinodo sull'Amazzonia, bisogna tornare all'enciclica Laudato Si'. È lì che si trovano i princìpi che nel Sinodo per l'Amazzonia vengono portati alle estreme conseguenze.

    • Migranti e rifugiati

    La “globalizzazione dell’indifferenza”

    Il messaggio di Papa Francesco per la Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato 2019 (29 settembre), dal tema “Non si tratta solo di migranti

    • IL CASO

    Monsignor Viganò e il papa "smemorato"

    Il nuovo intervento di monsignor Carlo Maria Viganò dopo le risposte di papa Francesco a una tv messicana sul caso McCarrick, mettono il dito sulla piaga: il papa «mente», la copertura dello scandalo continua. È una situazione inquietante; più che condivisibile l'esortazione a pregare e fare penitenza per il papa.

    • Migranti e rifugiati

    Il timore dell’ “altro” che rende razzisti

    Dal messaggio del Papa per la Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato 2019 (29 settembre), dal tema “Non si tratta solo di migranti”

    • SCENARI

    Il Vaticano scopre una nuova missione: sostituirsi all'Onu

    Pace, salvezza del pianeta, sviluppo sostenibile, nuovi fondamenti per l’economia sono i pilastri dell'azione con cui la Santa Sede sta strappando l'iniziativa all'Onu: le conferenze delle Pontificie accademie per le Scienze e per le Scienze sociali e il Dicastero per lo Sviluppo umano stanno esplicitamente promuovendo un'agenda politica globale e anche le iniziative personali del Papa per la pace e la fratellanza umana (Medio Oriente, Sud Sudan, islam) vanno nella stessa direzione. Che fine ha fatto l'annuncio di Gesù Cristo come unico Salvatore dell'uomo? (versione integrale dell'articolo uscito il 9 giugno su Il Giornale)

    • ABUSI SESSUALI

    Caso Zanchetta, i giudici argentini sfidano papa Francesco

    Abusi sessuali continui ed aggravati nei confronti di alcuni seminaristi: formalizzata l'accusa contro il vescovo argentino Gustavo Zanchetta, a cui è stato anche ritirato il passaporto e obbligato a restare in patria. Dopo le "misteriose" dimissioni da vescovo di Oràn, Zanchetta era stato infatti "promosso" con un incarico in Vaticano; e malgrado lo scoppio dello scandalo aveva partecipato lo scorso marzo agli esercizi spirituali in Vaticano con papa Francesco. Nella recente intervista a una tv messicana il papa aveva ricostruito la vicenda dal suo punto di vista, in contrasto con le testimonianze arrivate dall'Argentina.
    - IL VATICANO SAPEVA, MA LO HA PROMOSSO, di Marco Tosatti
    - TIMORI PER UN NUOVO CASO McCARRICK, di José Arturo Quarracino
    - CASO ZANCHETTA E IMBARAZZI DEL PAPA, di Riccardo Cascioli

    • LA DECISIONE DEL PAPA

    Lourdes, santuario sottratto al vescovo "troppo" cattolico

    Il vescovo ausiliare di Lille, Hérouard, nominato delegato pontificio a tempo determinato per la cura pastorale del santuario, è noto per le sue posizioni molto "liberal" in fatto di liturgia e dottrina, e recentemente è stato protagonista di interventi politici contro i populismi e contro Marine Le Pen. La comunicazione della Santa Sede accusa il vescovo Brouwet, che resta titolare della diocesi, di aver dato troppo spazio «all'aspetto gestionale e finanziario», ma egli, nominato giovane da Benedetto XVI, è conosciuto piuttosto per la sua ortodossia in fatto di dottrina morale e per lo spazio concesso a chi arriva a Lourdes celebrando nella forma straordinaria del rito romano. In oltre 150 anni, è la prima volta che la Santa Sede interviene su Lourdes.

    • FRANCESCO

    Müller: Papa eretico? No, ma alla lettera deve rispondere

    In una intervista a un giornale tedesco, il cardinale Müller affronta le questioni sollevate dalla lettera di alcuni teologi che invitano i vescovi ad accusare papa Francesco di eresia. Poi attacca i vescovi tedeschi che distribuiscono l'Eucarestia anche a protestanti coniugi di cattolici: «Si deve disobbedire».

    • VATICANO

    Fare l'elemosina con i soldi degli altri

    Il gesto dell'elemosiniere del Papa, il cardinale Krajevski, che ha riallacciato l'energia elettrica in un condominio occupato, fa ovviamente discutere, ma soprattutto solleva una domanda su quali possano essere gli atti illegali ma legittimi.

    • IN BULGARIA

    Ecumenismo, migrazioni e denatalità, i temi del Papa

    Ecumenismo, migrazioni e denatalità. Questi i tre temi al centro dei primi discorsi del papa in terra bulgara. E nella messa celebrata nel pomeriggio ha messo in guardia dalla "tentazione della nostalgia del passato".