• POLITICAMENTE CORRETTO

    Spagna, antisemitismo di ritorno dal volto umanitario

    Proprio mentre Hamas lancia la sua nuova offensiva incendiaria su Israele, provocando un milione e mezzo (in dollari) di danni, la città di Valencia, Spagna, annuncia il boicottaggio di Israele. I termini della mozione contengono molti stereotipi anti-semiti. E i protagonisti del nuovo governo di sinistra in Spagna vengono da quella cultura.

    • ISLAM

    Iran, il popolo si ribella. Nonostante gli europei

    Mentre gli Alti rappresentanti per gli affari esteri europei si affannano a difendere l'accordo sul programma nucleare iraniano, gli iraniani si ribellano al regime degli ayatollah. Nonostante la repressione brutale, protestano per la crescente crisi economica. Ed è anche per l'effetto Trump, che ha puntato il dito contro il regime.

    • USA

    Obama, il "peggior presidente della storia"

    Obama era stato presentato dalla stampa internazionale come una sorta di Messia, l’uomo della speranza, quello che avrebbe “redento” l’America. Oggi viene ricordato come il peggior presidente della storia americana dal secondo dopoguerra. Vediamo perché (e non è difficile indovinarlo).

    • NEO OTTOMANI

    Erdogan inizia il sultanato nazional-islamico in Turchia

    Erdogan vince le elezioni presidenziali e diventa un presidente con poteri ampliati dalla nuova Costituzione. In parlamento, gli islamici vincono assieme ai nazionalisti di Bahçeli. Il mix tra islamismo radicale e componente nazionalista è un’arma molto pericolosa che potrebbe rendere quello turco un fattore di destabilizzazione

    • CONFERENZA A BRUXELLES

    Yemen, una crisi senza sbocchi

    A Bruxelles si è tenuta una conferenza sullo Yemen, ormai allo stremo. Sotto la spinta di Qatar e Iran si teme che si venga a formare una nuova sacca di estremismo nella penisola arabica. Che potrebbe destabilizzare l'intero quadrante e sottoporre la popolazione ad ulteriori sofferenze.

    • MADURO

    Venezuela e giornalisti di regime: il paradiso inventato

    Papa Francesco è stato arruolato dal corrispondente Agi nella difesa di Maduro? Parrebbe di sì, stando al botta e risposta sull'aereo per Ginevra. Lo stesso giornalista, Salvatore Izzo, osservatore nelle elezioni presidenziali nel Venezuela, accusa i vescovi del paese di cospirare con gli Usa contro il popolo. E' l'ultima mitologia socialista.

    • SUNNITI CONTRO SCIITI

    Hodeida, battaglia decisiva nella guerra yemenita

    La lunga e sanguinosissima guerra civile nello Yemen potrebbe essere giunta a una svolta decisiva. La coalizione sunnita, guidata dall'Arabia Saudita e i regolari yemeniti stanno assediando il porto strategico di Hodeida, tenuto dai ribelli sciiti Houthi (appoggiati dall'Iran). Potrebbe essere la battaglia finale, ma sarà dura.

    • L'ABBANDONO USA

    Consiglio per i diritti umani, relativismo elevato a sistema

    “C’è un’organizzazione internazionale i cui membri comprendono anche regimi repressivi quali Cuba, Venezuela e Cina". Eppure è nata per proteggere i diritti umani. E' il Consiglio per i Diritti Umani dell'Onu, da cui gli Usa hanno appena annunciato il ritiro. E' il sistema Onu, nel suo complesso, ad essere messo in discussione.

    • IMMIGRAZIONE

    I bambini venuti dal Messico, di chi è la responsabilità

    Duemila bambini disperati, separati dai loro genitori immigrati clandestini. Paradossalmente, sono vittime di una sentenza che li avrebbe voluti tutelare, a cui si cerca di porre rimedio. Senza dimenticare chi fa correre i rischi dell'immigrazione clandestina a figli e minori affidati, o chi fa battaglie pro immigrazione sulla pelle dei minori

    • RAPPORTO ONU

    Aumentano i profughi e sono tutti a carico dell'Occidente

    Rapporto Acnur: nel 2017  il numero dei profughi nel mondo ha registrato un nuovo record: 68,5 milioni, 2,9 milioni in più rispetto all’anno precedente. Contrariamente alla vulgata che vuole un Occidente ricco ed egoista e un Sud del mondo povero e generoso, i fondi Acnur che finanziano l'accoglienza vengono quasi totalmente da Usa e Ue.

    • ISLAM

    Bataclan: si esibisce il rapper "moderato" che canta il jihad

    Al Bataclan di Parigi, teatro del massacro jihadista del 13 novembre 2015, va in scena un rapper franco-algerino, Médine. Lui si definisce un islamico moderato. Ma i suoi testi sono più che ambigui. Di fatto cantano il jihad e giustificano il terrorismo, anche se mai direttamente. Le associazioni delle vittime protestano, gli intellettuali si interrogano

    • GERMANIA

    Il mito del buon rifugiato crolla dopo un vile omicidio

    Lo stupro e l'omicidio di una ragazzina di 14 anni da parte di un richiedente asilo iracheno, poi arrestato in Iraq, sta mandando in crisi la politica tedesca. Le granitiche certezze morali sulla bontà dell'accoglienza, in voga nel 2015, sono già ampiamente crollate. Ora sia i partiti di governo che l'AfD chiedono di cambiare musica.

Tweets